Spiaggia: consigli di sopravvivenza per neomamme

Pubblicato da Andrée Valentina Pedotti il

La sabbia, il pannolino da cambiare, il sale, la sabbia, il caldo, la sabbia, i moschini, la sabbia…

neomamme spiaggia bambini vacanze sabbia

Andare in spiaggia con i bimbi piccoli è certamente bellissimo, ma allo stesso tempo faticoso. Ecco perché il nostro consiglio è quello di arrivare DAVVERO preparati. E una bella borsa del cambio riempita ad hoc è il primo passo per la sopravvivenza.

Naturalmente rispetto alla classica borsa del cambio, quella per la spiaggia dovrà contenere accessori e strumenti pensati proprio per farci vivere al meglio (e in tutto sicurezza) le giornate al sole e al mare.

Prima di tutto, quindi, la crema protettiva contro i raggi UV, che dovrà essere pensata apposta per i bambini e per la loro pelle sensibile e che consigliamo in formato spray, di texture leggera e non unta, in modo da poterla spruzzare più volte al giorno in maniera super semplice, soprattutto dopo ogni bagno.

Per lo stesso motivo nella borsa non dovranno mancare un cappellino leggero con la becca per riparare dal sole, degli occhiali da sole certificati e una maglietta bianca in cotone (questa ideale per bambini che soffrono d’eritema e non possono stare direttamente al sole).

L’ombrellone, poi, non dovrà mancare: stare all’ombra è fondamentale per i bambini, che non dovranno accaldarsi né scottarsi, così come avere sempre a portata di mano l’acqua in grande quantità per evitare la disidratazione da caldo. Portiamo quindi con noi sempre dei contenitori con della frutta fresca tagliata: saranno uno snack perfetto, leggero e dissetante.

Dopodiché, non dimentichiamo i pannolini (perfetti quelli a “costumino”), le salviette umidificate, un telo impermeabile (in sostituzione del classico fasciatoio) e la crema cambio, proprio come nella classica borsa da passeggino.

Non dovranno quindi mancare i teli mare, in grandi quantità, sia per sdraiarsi in spiaggia, sia per asciugare i bambini quando escono dall’acqua, o per pulirli dalla sabbia in eccesso.

Per passare il tempo in spiaggia in maniera rilassata, poi, molto utile è una micro-piscina gonfiabile, da poter riempire con acqua per poterla utilizzare come vasca per i bimbi più piccoli e come recipiente per l’acqua per fare i castelli di sabbia per i bambini più grandi.

E i giochi? Più i bimbi crescono, più non potremo rinunciarci, perché la spiaggia è il luogo perfetto per giocare e sfogare la fantasia. I migliori sono quelli classici e tradizionali: le biglie, il secchiello e la paletta… I libri e i fumetti! Moltissimi bambini amano infatti sfogliare le loro storie preferite all’ombra dell’ombrellone.

Per le mamme e i papà più apprensivi, poi, consigliamo il braccialetto identificativo, che può essere un semplice braccialetto con il nome stampato, scritto a mano o ricamato oppure un braccialetto GPS collegato al telefono tramite Bluetooth, per essere certi di non perdere mai di vista i bimbi.

Ma, in generale, che borsa scegliere? Una che sia capiente, ma anche leggera, di un tessuto più leggero e con una trama più larga rispetto a quella da passeggino (benissimo le borse a rete), in modo che la sabbia possa fuoriuscire dai forellini.

Altri acquisti non fondamentali ma altamente consigliati sono poi una piccola tenda dove riporre giochi, teli mare, contenitori con il cibo e bevande, per far sì che rimanga tutto fresco; un salvagente sicuro per i primi bagni in mare con mamma e papà; delle parole crociate e una macchina fotografica, magari di quelle per bambini, per lasciare che siano i bimbi a immortalare le prime vacanze in famiglia.

Di Giulia Mandrino per La soffitta di Gi

Spiaggia: consigli di sopravvivenza per neomamme - Usato per bambini

2 commenti


  • mQzePxBp

    lIxMUyQbrPeptGRh il

  • tJwjdPCXUKyh

    vYCcsQqz il

Lascia un commento